Giant Steps



E finalmente anche la Cortina-Dobbiaco è andata!
Sabato pomeriggio ho preparato i bagagli: incerto sul tempo e quindi sull'abbigliamento ho caricato un trolley con tutta l'attrezzatura da running in mio possesso.
Il viaggio con moglie e figlia procede allegramente, come al solito con le canzoni dello Zecchino d'Oro come colonna sonora.
Arriviamo a Cortina accolti da una pioggia leggera. Il tempo di lasciare le valigie in albergo e poi a Dobbiaco a ritirare il pettorale. Faccio anche un giro tra gli stand, ma piove troppo. Torniamo a Cortina, relax in albergo, e poi a cena. Mi ero ripromesso di mantenere una dieta consona, cena leggera a base di carboidrati, invece come previsto mi arrendo subito al menu: Pappardelle al capriolo e Tagliata al Rosmarino con Patate all'Ampezzana. Per fortuna ho una betoniera al posto dello stomaco e riesco a dormire senza problemi. Domenica mattina apro le imposte e naturalmente piove. Non fa particolarmente freddo e la pioggià è molto sottile, quindi dopo aver provato diverse combinazioni, tipo debuttante che si prepara per il ballo, indosso una t-shirt traspirante, una maglia manica lunga leggera e pantaloni leggeri 3/4. Sopra, il poncho fornito dall'organizzazione. Ai piedi le nuove, ma già collaudate, Brooks.
Raggiungo il parcheggio degli autobus, dove ho appuntamento con Nicola e i suoi amici del gruppo sportivo Neveroccia. Facciamo un po' di riscaldamento, poi raggiungiamo il punto di partenza. Poco prima dello sparo ci togliamo il poncho. Si parte. Per un bel tratto dobbiamo camminare, c'è un sacco di gente. Usciamo dall'abitato e affrontiamo due rampe abbastanza ripide, comincio già a chiedermi chi me l'ha fatto fare.
Teniamo un'andatura tranquilla, ma regolare. Continua a piovere, ma sempre una pioggia sottile che tutto sommato non dà molto fastidio. Ci fermiamo al primo ristoro per bere del tè. Dopo qualche kilometro la prima galleria, bellissima, scavata nella roccia. Poi un ponte sospeso su un orrido mozzafiato. Passo Cima Banche si avvicina e io comincio ad avere qualche difficoltà nello stare al passo con Nicola, Fabio e Simone, i Neveroccia rimasti con me.
Inizia la discesa ed è un'altra vita, sembra di volare. Facciamo comunque attenzione a non allungare troppo il passo, mancano ancora 16 Km. Dopo un po' perdo definitivamente i Neveroccia. La pioggia purtroppo si è intensificata, adesso viene giù forte, sono completamente fradicio e ho un po' freddo. Comunque sento bene le gambe e il fiato, le endorfine circolano e mi trovo a canticchiare mentalmente le cose più inaspettate. In un tratto in cui la corsa costeggia la statale 51, sento un clacson. Sono le mie donne che mi salutano dalla macchina !! Le rivedrò ancora dopo qualche Km, ferme in una piazzola ad incitarmi.
Nel bosco l'incontro della giornata:
1 sconosciuto : "Mi sa che i Garmin sono in difficoltà con tutta questa pioggia".
Io : "Speriamo che non entri acqua".
2 sconosciuto : "Hai messo almeno lo scotch sui buchini KRILY-style?".
Io : "Ma voi siete del forum!"
Gli sconosciuti sono GRID e INGPEO di RunningForum!!! Ci presentiamo ufficialmente e procediamo per un po' insieme, poi devo lasciare andare anche loro.
Ormai Dobbiaco è vicina, sento che è fatta. A due Km dalla fine comincio ad accelerare il passo e arrivo facendo gli ultimi 250m a tutta ! All'arrivo stretta di mano con Grid e Ingpeo, poi di corsa a cercare moglie e figlia. Un abbraccio a tutte e due e poi si va alla macchina, devo togliermi al più presto gli indumenti zuppi di pioggia se non voglio beccarmi qualcosa.
Siamo tutti e tre affamati, ma Dobbiaco sembra un po' troppo affollata.
Torniamo verso Cortina e ci fermiamo al Lago di Landro, dove ci spariamo Gnocchi al Ragù di Selvaggina e Wienerschnitzel con i crauti, degno coronamento di una grande giornata. Nel frattempo è anche uscito un bel sole e le montagne sono stupende.
Credo di aver fatto un bel passo avanti verso la Maratona di Venezia. Adesso le gambe sono un po' doloranti, ma so di avere i 30Km nelle gambe, e, viste le buone condizioni in cui sono arrivato nonostante la salita, i 42 non sono lontani.
Sicuramente ho l'intenzione di provare qualche altra corsa come questa, immersa nella natura in uno scenario meraviglioso. Devo tener d'occhio il calendario del runner.

Meno due !

Mancano due giorni alla Cortina - Dobbiaco.
Ultimi allenamenti il 18 (12Km a 5'53"/Km) e il 20 Maggio (9Km a 5'48"), poi riposo assoluto. Le previsioni del tempo sono orribili per domani, ma Domenica potrebbe non piovere. Sono ancora indeciso sull'abbigliamento, domani porterò su di tutto e deciderò cosa indossare Domenica mattina.

Bene così !

Sarà stata la torta di ieri sera o il ritmo imposto dai Flogging Molly nell'iPod, ma oggi ho corso come non facevo da un bel po': 12 Km a 5'24"/Km sul solito percorso, Grancare, Boeca, Tormeno.
Buon auspicio per Cortina.

12 Km

Buon allenamento anche oggi: giornata luminosa, ma non particolarmente calda.
Ciclabile, Grancare, Boeca, Tormeno, per un 12Km a 5'55"/Km

10 miglia

Finalmente la pioggia ci ha concesso una tregua ! Ieri a pranzo prima uscita con le nuove Brooks. Ottime sensazioni, mi sentivo in forma e quindi ho deciso di fare un bel lungo: ciclabile, Grancare, Boeca, valle di Fimon (non intera, a metà ho preso la strada che taglia la valle attraverso i campi), Tormeno e a casa. Senza contare l'ultimo tratto di defatigamento, 16 Km a 5'47"/Km.
Nelle orecchie Dave Matthews Band.

Settimana sprecata

Un po' per la pioggia torrenziale un po' per il raffreddore e la tosse trasmessimi da Laura, questa settimana riposo quasi assoluto. Stamattina finalmente sono riuscito a fare qualcosa: 12Km a 5'57"/Km, niente di straordinario, ma meglio di niente.

Allenamento leggero

Dopo la Mezza di Padova mi sono concesso un po' di relax. 25Km in bici il 27 Aprile, altri 15Km il 28.
Giovedì 29 una corsetta leggera, 9Km a circa 6'/Km.
Domenica prima uscita seria: 12Km a 5'45"/Km.

Three of a perfect pair

Completata la Mezza Maratona di S.Antonio. Per la prima volta ho corso con il caldo e devo dire che non è stato facile. Alle 10:45 si parte da Camposampiero. Mi dà un po' fastidio il fatto che decidano di far partire Gianni Morandi, arrivato all'ultimo momento, alla testa della griglia di partenza. Ma chi cazzo è ? Tra l'altro mio cugino è arrivato prima di lui !
Per qualche centinaio di metri siamo stretti tra le transenne e si cammina, poi ci immettiamo sulla Statale del Santo e si comincia a prendere il ritmo. Dopo un po' mi si affianca Mattia, che non conoscevo, si scambia qualche parola, poi lui mi propone di correre insieme. Accetto volentieri anche se lo avverto che non sono nemmeno sicuro di arrivare alla fine. Lui, disponibilissimo, mi aspetterà e mi inciterà fino al traguardo. anche questo è il bello della corsa, conoscere persone così gentili e disponibili.
A Camposampiero il tifo è molto caldo, veniamo incitati e diamo "i cinque" a molti bambini. Ci spugnamo ad ogni occassione e beviamo ad ogni ristoro, perché il caldo è davvero pesante. Sono contento di aver portato un cappellino col frontino, perché abbiamo sempre il sole in fronte. Al 7-8 Km mi sento i piedi indolenziti. Mattia mi suggerisce di bagnare bene le gambe ad ogni occasione, per riattivare la circolazione. L'accorgimento funziona!
Altro fastidio: i nuovi pantaloncini scosciati mi segano l'interno delle cosce. Sopporto, non c'è altro da fare. Lungo la strada si alternano zone di tifo caloroso con settori popolati da spettatori silenziosi. Si cominciano a sentire nell'aria profumi di grigliate e fritture. Mangio una gelatina.
Senza avvenimenti particolari raggiungiamo Cadoneghe, proseguiamo ancora, raggiungiamo l'Arcella. Impegnamo il cavalcavia, lo temevo, ma in realtà non è molto ripido. E siamo in centro storico, ormai è fatta. Mattia si stacca, in bocca al lupo. Mi entrano in circolo le endorfine e comincio ad accelerare e a sorpassare. E' una grande sensazione, peccato che le energie stiano finendo. Dopo un po' devo rallentare e alcuni dei sorpassati mi riprendono. Comunque concludo in Prato della Valle con le braccia al cielo e un grande sorriso, ce l'ho fatta anche questa volta. Tempo reale 2:00'47" !
Dopo l'arrivo ritrovo Mattia, ci fiondiamo al ristoro per bere e mangiare qualcosa, poi ci salutiamo ripromettendoci di tenerci in contatto.
Ritrovo i miei cugini e Roberto e andiamo al Pasta Party: unica delusione della giornata. Il nome Pasta Party mi aveva sempre evocato visioni di cofane di amatriciana cosparse di formaggio e "ombre" di vino a volontà. Mi trovo con un piattino di penne al pomodoro scotte e una mezza minerale. Tornato a casa mi consolo con uova e asparagi e qualche bicchiere di Saint-Bris.
Comunque un'altra gran bella esperienza che mi dà la carica per affrontare la prossima prova del mio personale calendario: la Cortina - Dobbiaco il 30 Maggio.
Excelsior !

Grandi decisioni

Avevo deciso di non correre più fino a Domenica, in modo da arrivare riposato alla Mezza di S.Antonio, però con una giornata così bella era impossibile resistere.
Ho fatto 6Km tranquilli a 5'42"/Km.
Oggi ho comunque preso due decisioni:
mi sono iscritto alla 30Km Cortina-Dobbiaco del 30 Maggio,
ma soprattutto mi sono iscritto alla 25esima Venice Marathon!

19 aprile

Oggi 5Km a 5'33"/Km, tanto per muovere un po' le gambe. Non voglio affaticarmi in attesa della Mezza di S.Antonio del 25 Aprile.

17 Aprile

Oggi 12 Km a 5'33". Leggera pioggia un po' fastidiosa, ma tutto sommato un allenamento piacevole. Si avvicina la Mezza di S.Antonio !

Prima uscita in bici

Oggi prima uscita in bici del 2010.
Giornata di sole, ma aria frizzante, avrei fatto meglio a indossare i manicotti.
25Km di pianura a ritmo tranquillo, fino alla chiesa di Nanto e ritorno.

14 Aprile

Oggi una sgambata leggera, tanto per non perdere l'abitudine. Le gambe e i piedi erano ancora un po' doloranti, quindi ho alternato la corsa a dei tratti di cammino. In tutto 7 Km.

Gaudio e Tripudio !




Missione compiuta anche questa volta !
Ho completato la Maratonina dei Dogi migliorando il mio personale: da 1:58'06" (fatto a Verona il 21 Febbraio) a 1:56'45".
Gli allenamenti falliti delle ultime settimane mi avevano demoralizzato e quindi ho affrontato la gara senza grandi aspettative. Probabilmente questo mi ha aiutato a partire con tranquillità e senza strafare, permettendomi di risparmiare energie per il finale. Avrei dovuto fare una colazione un po' più abbondante, perché al terzo chilometro avevo già fame :-/
Per fortuna al ristoro dei 5 Km ho arraffato dei biscotti (quelli secchissimi, un po' duri da mandare giù, altro che le mitiche barrette di VR). Ho proceduto con cautela fino a Mira: là ho capito che ce l'avrei fatta e quindi ho cominciato ad accelerare un po'. La giornata era ideale, un bel sole, ma non troppo caldo. La Riviera del Brenta stupenda come sempre: anche il fatto di correre nelle mie terre natìe sicuramente ha contribuito alla buona riuscita.
Unica nota negativa della gara, una deviazione con inversione secca a U a Paluello. Sicuramente necessaria per arrivare ai 21,067 Km totali, ma possibile che non si potesse fare di meglio ???
Adesso ho il morale alle stelle e quindi non posso perdere la Mezza Maratona di S.Antonio del 25 Aprile, anche perché l'arrivo in Prato della Valle dovrebbe essere spettacolare !!

Ultimo allenamento


Oggi ultimo allenamento prima della Maratonina dei Dogi. Dopo 6 Km gambe di legno :-(
A questo punto sono quasi tentato di rinunciare alla gara.
Vediamo se una settimana di riposo può avere un effetto positivo.
Nelle orecchie "Sulle corde dell'anima" di Walter Lupi.

Qualcosa non funziona

Mercoledì scorso un'uscita penosa, dopo 2 Km ancora dolori lombari e ho dovuto tornare a casa.
Stamattina 12 Km, ma ad un passo da lumaca, 5'48/Km.
Che fare ?!?
Mancano solo 15 giorni alla Maratonina dei Dogi :-(

Risalire la china



Finalmente sembra che le gambe ricomincino a funzionare. Dopo due settimane da dimenticare, Giovedì 9Km a 5'36"/Km senza dolori lombari.
Stamattina 12 Km in 1h 03' 33", con un passo di 5'18"/Km. Merito forse della musica di Roberto Dalla Vecchia nelle orecchie ?

Sempre peggio

Altra settimana da dimenticare: Sabato 13 non era andata male, con ripetute 3x1600 a 5'08", 5'07", 4'58". Poi però DOmenica 14, partito per fare il lungo, dopo 6 Km ho dovuto fermarmi per dolori lombari a camminare per 1Km. Ho corso poi altri 2Km, camminato ancora 1Km,corso altri 2Km.
Martedì 16 dopo 3Km ancora dolori lombari e gambe di legno, alla fine 7 miseri Km.

Settimana così così

Martedì 9Km, altri 9 Venerdì e 12 oggi, ma sempre a velocità ridotta. Speriamo meglio la settimana prossima.

10 Kilometri


Stamattina le gambe erano un po' pesanti, vuoi per i postumi della Mezza, vuoi per la cena dei "subioti" di ieri sera.
Comunque grazie a forza di volontà e "Under the Table and Dreaming" nelle orecchie a tutto volume, alla fine 10 Km li ho fatti, in 58'.

Si riparte !

Prima corsa dopo Verona 2010. Le gambe sono ancora un po' doloranti, ma non resistevo più e quindi mi sono fatto una sgambatina di 5Km tranquilli, tanto per gradire.
Dalla settimana prossima inizio l'allenamento per la Maratonina dei Dogi, il 10 aprile.

Verona Half Marathon, missione compiuta!

Ho corso la Mezza Maratona di Verona !
Purtroppo l'influenza mi ha tenuto fermo per più di due settimane, e il mancato allenamento si è fatto sentire. E' stata comunque un'esperienza esaltante.
C'era un numero di partecipanti impressionante. Dato che non avevo dichiarato alcun tempo nel modulo di iscrizione, sono finito nell'ultima griglia di partenza. Così ho fatto un bel pezzo di strada camminando, dato che avevo davanti un muro di gente. Poi per fortuna si sono aperti i primi spiragli e sono riuscito a raggiungere la mia velocità di crociera. E' andato tutto liscio fino al 16Km. Poi un maledetto ponte mi ha un po' tagliato le gambe e ho cominciato a soffrire un po'.
Al 18Km abbiamo attraversato il ponte del Castello, altra sofferenza, ma ormai si sentiva l'arrivo. L'entrata in Arena è stata da pelle d'oca !!!
Il mio Garmin mi ha dato un tempo di 1h55'28", ma secondo lui i 21,08 Km eano già terminati almeno a 500m dal traguardo. I tempi ufficiali sono 2h01'22" dallo sparo, 1h58'09" dal passaggio sotto il gate di partenza.
Adesso si ricomincia la preparazione, obiettivo Maratonina dei Dogi l'11 Aprile !

Giornata no


Stamattina ero uscito per fare 12 Km, ma ero proprio in giornata no. Dopo 7 Km mi sentivo le gambe di legno e la schiena dolorante. Mi sono fermato e ho fatto un po' di strada camminando. Poi ho ripreso a correre, ma ad un ritmo lento. In tutto 9 km.
Unica nota positiva della mattinata, Derek and the Dominoes nelle orecchie.

Sabato 12 Km


Ieri giornata fredda, ma con un bel sole. Impostato l'allenamento con l'obiettivo di 12Km a 5'30"/Km, ho sentito subito che non ero molto in forma. Dopo i primi faticosi 7 Km ho cominciato a migliorare, ma la media finale è stata comunque di 5'39"/Km per un totale di 1h 8'.
Nelle orecchie prima The Temper Trap, poi The Who Live at Leeds

8Km

Oggi una corsetta leggera, dato che stasera si va a scherma. 8Km a 5'25"/Km.
Nelle orecchie Abbey Road

18 Km !

Oggi dovevamo partecipare alla 18 Km di Fiumicello di Campodarsego, ma i cugini hanno dato forfait per varie ragioni. Ormai mi ero caricato psicologicamente e quindi ho deciso di correre da solo una personale 18Km di Fimon. Bella giornata con un sole primaverile. Ho chiuso i 18 Km in 1h38'50".

9Km in scioltezza

Oggi sono uscito dopo molta indecisione. Ero un po' stanco, piovigginava e non volevo stancarmi troppo in previsione della 18 Km di domani. Ma alla fine ha prevalso la buona volontà, e ho fatto 9 Km tranquilli.

Quattro passi vissin al treno


Stamattina la 11 Km a Peraga di Vigonza, "Quattro passi vissin al treno". In realtà il percorso era di 11,5 Km. L'abbiamo concluso (io, Alberto e Federico) in 1h 00' 23".
Per me nuovo Personal Best sui 10 Km: 52'52" !

2 Gennaio in Valbella






Inizio l'anno podistico il 2 Gennaio con un'altra corsa in salita in Valbella. Stesso percorso, ma questa volta calpestando la neve fresca caduta durante la notte e sotto una leggera nevicata.
12 Km, il tempo non lo so perché ad un certo punto ho spento il Garmin mentre facevo delle foto e ho dimenticato di riaccenderlo.